Batteria smartphone: cosa fare e cosa evitare

Batteria smartphone: cosa fare e cosa evitare

Sono tante le convinzioni sbagliate, che ancora si sentono, quando si parla della durata e della vita delle batterie dei nostri smartphone.

Rispetto a qualche anno fa, le batterie dei nostri moderni telefonini hanno una vita più lunga e invecchiano molto meglio di quello che può sembrare.

Se non sai come comportarti con la batteria del tuo nuovo smartphone, eccoti alcuni consigli da seguire per non alterarne le prestazioni oppure, ancora meglio, per sfatare alcuni miti.

I miti da sfatare sulle batterie degli smartphone

Il primo mito da sfatare è quello per la quale la batteria, prima di poterla caricare, deve essere completamente scarica.

Questo poteva essere vero per le batterie in circolazione qualche anno fa, dato che alcune erano soggette all’effetto memoria.

Le moderne batterie al litio non hanno questo tipo di problema e non si rovinano quando vengono messe in carico anche se non completamente scariche.

Il consiglio che spesso viene dato è quello di preferire delle ricariche di breve durata e non delle ricariche complete in attesa che il telefono sia quasi scarico.

Anche lasciare il telefonino in carica durante la notte, per molto tempo, è stato considerato come pericoloso.

In questo caso più che pericoloso è davvero inutile, in quanto c’è sempre, anche se minimo, un consumo di corrente elettrica. Il consiglio che ti diamo, in questo caso, è quello di scollegare il caricabatterie non appena il telefono si sia caricato.

Una credenza che invece trova conferma è quella per cui le batterie sono sensibili al freddo, infatti la loro autonomia si abbassa notevolmente.

Questo calo comunque è solo temporaneo, visto che appena la temperatura sale, le sue prestazioni aumentano. In caso di umidità e calore, le batterie si possono danneggiare invece.

Per quanto riguarda la carica, non c’è alcun rischio nell’utilizzare qualsiasi caricabatterie su qualsiasi dispositivo.

I caricabatterie contengono all’interno un dispositivo intelligente in grado di rilevare qualsiasi incompatibilità di tensione elettrica, per poi regolare la potenza da riversare nel cellulare.

In ogni caso, il consiglio è quello di non acquistare i caricabatterie low cost, ma di affidarsi a quelli che vengono dati in dotazione.

Un altro falso mito da sfatare è quello per cui il telefonino si rovinerebbe se messo sotto carica da acceso.

Ecco questo non comporta nessun danno al proprio smartphone, ma il telefono si ricarica più lentamente.

Come allungare la durata della batteria

Ecco alcuni consigli per allungare e preservare le prestazioni della batteria del proprio smartphone.

Se il telefono e il tablet  non ti servono, e devono restare spenti per un po’ di tempo, ti consigliamo di lasciarli al fresco (non al freddo). Come abbiamo detto, infatti le temperature basse possono rallentare l’invecchiamento delle batterie, allungandone la durata.

Il calore è il più grande nemico delle batterie. Ovviamente il nostro consiglio più importante è quello di non lasciare mai tablet e smartphone in macchina nelle giornate calde.

Infatti bisogna evitare assolutamente che la batteria si possa surriscaldare.

Una delle cose a cui quasi nessuno fa attenzione è la data di produzione della batteria. Non acquistare vecchi stock, evita telefoni e tablet che sono stati in magazzino per più di un anno.

Il caricabatterie che viene fornito, nel momento dell’acquisto, è da preferire a quelli che possono essere acquistati in un secondo momento.

Valori di corrente inferiori richiederanno tempi più lunghi per la ricarica, valori superiori non rappresentano un problema.

Un altro consiglio è quello di fare un utilizzo molto intenso dei dispositivi quando ti trovi in ambienti a temperatura molto elevata. L’eccessivo riscaldamento della batteria ne può pregiudicare il funzionamento.

Per risparmiare una parte della propria batteria, è sempre possibile regolare la luminosità dello schermo.

Inoltre è sempre meglio, per risparmiare energia, non usare salvaschermi animati e spegnere Bluetooth e WiFi quando non ne hai bisogno.

Insomma delle piccole attenzioni che possono allungare la vita della batteria del nostro smartphone.