radiocomandi universale per auto

Duplicazione radiocomandi auto: consigli

Vi è mai capitato di perdere le vostre chiavi dell’auto o di dover semplicemente crearne un duplicato per vostra moglie?

Sono in effetti numerosi i possibili motivi che possono spingervi a creare una copia delle vostre chiavi, ma soprattutto duplicare il radiocomando che ormai ha sostanzialmente rimpiazzato l’utilizzo delle chiavi fisiche stesse.

Questa sostituzione avvenuta proprio per prevenire furti e scassinamenti, in realtà non riesce ad evitarli totalmente.

Ma nel caso dovessi appunto crearne una copia, come dovrei muovermi? Esistono sostanzialmente due soluzioni

 

Rivolgersi alla casa madre di produzione

 

La casa di produzione dell’auto stessa infatti consegna sempre un cedolino con i codici di creazione del telecomando stesso e nel caso si sia programmato o si voglia effettuare per l’appunto una duplicazione, conviene rivolgersi a loro.

I prezzi generalmente sono più alti rispetto quelli che si potrebbero trovare in un elettrauto qualsiasi, ma il prodotto è in generale più sicuro ed affidabile.

Dopo aver mandato la richiesta, che può essere effettuata sia comunicando il numero di matricola posto sul radiocomando stesso oppure, nel caso in cui sia smarrito, utilizzando la matricola posta sul telaio o della centralina, la casa produttrice provvederà ad inviare la copia per posta al proprietario dell’auto.

 

Rivolgersi ad un elettrauto o meccanici specializzati

 

Esistono numerosi servizi sia online che fisici che offrono servizi di duplicazione e riproduzione di codici di sicurezza.

Generalmente sono meno costosi rispetto a quelli offerti dalla casa madre, ma a volte nascondono numerosi svantaggi.

La tecnica più semplice ed economica è infatti quella di ripetere il segnale emettitore del radiocomando perduto o in possesso, il quale si collega per l’appunto alla centralina che permette l’accensione della macchina dopo aver ricevuto il segnale di apertura.

Questa tecnica è piuttosto conveniente nel caso in cui si possegga la suddetta chiave da copiare, ma è notevolmente svantaggiosa e rischiosa nel caso in cui sia smarrita.

Oppure la tecnica OBD che permette di memorizzare la nuova chiave sulla centralina del veicolo.

Questa tecnica è sostanzialmente la metodologia effettuata dal produttore madre, ma utilizza un codice PIN ed è generalmente più costosa. Non presenta però l’inconveniente di dover consegnare la chiave originale, dovendo lavorare direttamente sulla centralina.

La riproduzione, in base alla tecnica utilizzata, può coinvolgere anche uno smontaggio dell’auto stessa.

Molto più spesso si opera una rimozione della centralina, ma a volte si può procedere con la scomposizione della serratura stessa.

In sostanza, le opzioni disponibili sono piuttosto invasive e richiedono l’intervento di un esperto.

Dunque, che tu ti rivolga alla casa produttrice o ad un meccanico specializzato, è da mettere in conto una spesa tra i 50 ai 400 euro che dipende tendenzialmente dal modello auto ed ovviamente dallo specializzato a cui ci si rivolge.

Il consiglio però è quello di contattare sempre la casa madre o centri tecnici specializzati, essendo frequente il furto dell’auto grazie all’utilizzo di strumenti recettivi i codici di sicurezza del radiocomando.

Secondo molte inchieste i ladri di auto si posizionano in zone frequentate (come autogrill) e mandano un segnale prima che voi chiediate l’auto.

Una volta che il ladro ha effettuato tale procedura può rubarla in tutta tranquillità una volta che vi siete allontanati.